Nuova viabilità di Debba: ci sono i progettisti. Sono il raggruppamento di imprese capitanato da E-Farm Engineering & Consulting Srl di Vigonza (PD) con TFE Ingegneria srl, Proteco Engineering srl, Studio Ingegneria Strutturale Organte e Bortot (S.I.St.), Arcsat snc e il geologo Federico Pizzin.

Ad annunciarlo è stato questa mattina il Presidente della Provincia Francesco Rucco, che sta seguendo l’iter di quest’opera con particolare interesse anche in veste di sindaco di Vicenza visto che la nuova infrastruttura risolverà un nodo strategico della viabilità comunale oltre che provinciale.

La gara è curata dalla Stazione Unica Appaltante della Provincia che, in piena operatività, ha rispettato il cronoprogramma della procedura fino all’apertura questa mattina dell’offerta economica da parte della Commissione giudicatrice.

La tempistica della progettazione comincerà a scorrere dopo che verrà sottoscritto il contratto con il raggruppamento vincitore. Sono previsti 30 giorni per il documento di fattibilità delle alternative progettuali, 45 giorni per la progettazione di fattibilità tecnica ed economica, 60 giorni per la progettazione definitiva e 45 giorni per la progettazione esecutiva.

Sempre la ditta vincitrice dovrà inoltre occuparsi di direzione lavori e contabilità delle opere appaltate, predisposizione e presentazione della documentazione per l’acquisizione dei necessari pareri agli enti competenti, coordinamento per la sicurezza in fase di progettazione ed esecuzione, relazione geologica.

Difficile adesso ipotizzare l’inizio dei lavori, a causa di sospensioni e proroghe che potrebbero allungare i tempi, ma verosimilmente il prossimo anno potrebbe partire la gara per il loro appalto.

IL PROGETTO DI PREFATTIBILITA’

Secondo quanto già ipotizzato dallo studio di prefattibilità, la rotatoria sulla SP247 dovrebbe avere un diametro esterno pari a 47 metri con anello giratorio di 8 metri. Il ponte sul fiume Bacchiglione dovrebbe avere due corsie di marcia, una per ogni senso, e due marciapiedi laterali. L’ipotesi prevede le interconnessioni con il territorio attraversato dalla strada San Pietro Intrigogna, in modo da raccordare direttamente il primo tratto della strada con l’abitato di S. Pietro Intrigogna e con le strade comunali della Pelosa e del Businello.

Gli obiettivi sono due: rendere più fluida e sicura la viabilità lungo la Riviera Berica, migliorando il collegamento tra la parte est e sud della provincia, e sgravare da traffico e inquinamento i residenti dell’area, in particolare le frazioni di Santa Croce Bigolina e Campedello.

Il progetto riserva una particolare attenzione alla mobilità lenta, pedoni, ciclisti e utenza debole (anziani, disabili, giovanissimi), i flussi infatti verranno separati e l’attuale strada dei Ponti di Debba sarà destinata a pista pedonale ciclabile per garantire una generale maggior sicurezza… (vai all’articolo)